Marchi di qualità Parmigiano Reggiano

I Marchi

I Marchi del Parmigiano Reggiano

Come riconoscere i marchi di Qualità del prodotto

Le forme di Parmigiano Reggiano sono contraddistinte da una serie di marchi e contrassegni che ne garantiscono l’origine e la qualità, in conformità con le normative del Consorzio di tutela. Il prodotto venduto in parti viene confezionato con altri tipi di marchi che ne indicano le particolarità e la stagionatura.

Il Marchio a fuoco del Consorzio di Tutela

Il tipico marchio impresso a fuoco dal Consorzio di Tutela del Parmigiano Reggiano a seguito della battitura per la certificazione della qualità del prodotto. Indica la Prima categoria, il formaggio con una struttura della pasta compatta e caratteristiche corrispondenti al disciplinare (scelto-zero-uno), idoneo ad affrontare la lunga stagionatura per essere apprezzato sia nel consumo diretto a tavola sia nelle preparazioni gastronomiche come formaggio grattugiato. Le forme hanno pertanto anche le marcature di origine (scritta a puntini sullo scalzo e placca di caseina sul piatto). Viene impresso sullo scalzo della forma a circa un’anno di stagionatura, dopo l’esame di battitura effettuato dagli esperti del Consorzio di Tutela.

Marchio Parmigiano Reggiano “forma e fetta”

Il marchio forma e fetta con la scritta PARMIGIANO REGGIANO su fondo nero è il marchio di commercializzazione e riferimento obbligatorio di identificazione del Parmigiano Reggiano confezionato. Il marchio garantisce la qualità del prodotto e la produzione a norma delle regole definite dal Consorzio di Tutela. Il Parmigiano Reggiano prodotto dalla lavorazione del latte proveniente dalle nostre bovine di sola Razza Bruna, si può considerare “unico” nelle sue caratteristiche sia di qualità che di salubrità e gusto finale. Infatti il Parmigiano Reggiano del Caseificio Val d’Enza ha un legame stretto con il territorio montano e con le tradizioni sia culturali che del “saper fare” tipiche della nostra zona.

Marchio DOP

Il marchio DOP, tondo e perimetro rosso su fondo giallo individua i prodotti con Denominazione di Origine Protetta a tutela della denominazione che viene attribuita dall’Unione europea agli alimenti le cui caratteristiche qualitative dipendono dal territorio in cui sono stati prodotti. Affinché un prodotto sia DOP, tutte le fasi di produzione, trasformazione ed elaborazione devono avvenire in un’area geografica delimitata. Chi produce DOP deve attenersi alle rigide regole produttive garantite da uno specifico organismo di controllo.

Marchio Biologico

Il Marchio europeo “Biologico” rappresentato dalla foglia formata da stelle bianche su campo verde (Euro-leaf) ha lo scopo di fornire garanzie e visibilità ai cibi e alle bevande biologiche. Le Caratteristiche principali dei Prodotti Biologici sono: – Almeno il 95% degli ingredienti agricoli prodotti con metodo biologico, solo in questo caso può comparire la parola “biologico” o una sua abbreviazione nella denominazione di vendita del prodotto. – Il prodotto è conforme alle regole del sistema di controllo e certificazione, approvato da ogni Stato membro. – Il prodotto proviene direttamente dal produttore (se sfuso) o è preparato in una confezione sigillata. – Il prodotto riporta il nome del produttore, del preparatore o del venditore ed il numero del codice dell’organismo di certificazione e controllo.

Marchio di sola Bruna

Il marchio DisolaBruna indica il tipo di latte utilizzato per questo tipo di Parmigiano Reggiano, prodotto con il latte delle bovine di sola Bruna. Questo tipo di latte si presta particolarmente alla produzione del Parmigiano Reggiano per la superiore quantità di proteine in esso contenute, in particolar modo la caseina che è di fondamentale importanza per raggiungere lo straordinario livello qualitativo del formaggio Parmigiano Reggiano, come dimostrano i risultati di alcuni studi effettuati in Italia. Il Parmigiano Reggiano di sola Bruna contiene più calcio e fosforo rispetto a quello prodotto con il latte di altri tipi di bovine, ha alti contenuti di grasso (4%) e proteine (fra il 3,5 e il 3,8%).

Logo Progetto Qualità Prodotto di Montagna

Il logo “Progetto Qualità Prodotto di Montagna” (pdf) identifica i prodotti alimentari aventi origine nelle aree di montagna dell’Unione Europea. Il Parmigiano Reggiano è il più importante prodotto DOP ottenuto in montagna, seguendo le linee guida del Consorzio di Tutela, con alcuni requisiti a garanzia del consumatore. Requisiti per la certificazione “Prodotto di Montagna“: – 100% latte munto in stalle nelle zone di montagna. – Più del 60% dell’alimentazione delle vacche è coltivata in zona di montagna. – Caseificio e stagionatura fino a 12 mesi minimo, in zona di montagna. – Selezione qualitativa a 24 mesi con valutazione “al martello” degli esperti del Consorzio. – Valutazione sensoriale (gruppo d’assaggio) e analisi composizione chimica.

Bollino di stagionatura Oltre 12 mesi

Il Bollino Oltre 12 mesi, di colore giallo indica una delle quattro stagionature di riferimento per il consumatore di Parmigiano Terre Alte (oltre 24, 30 e 36 mesi). E’ il Parmigiano Reggiano ha un sapore armonico e delicato con sentori di latte, yogurt e frutta fresca. E’ particolarmente adatto come aperitivo in abbinamento a vini bianchi frizzanti o per arricchire insalate e piatti freddi.
La stagionatura minima del Parmigiano Reggiano è di 12 mesi ma può proseguire per 24 mesi, sino a 48 mesi e oltre. A partire dal 2007, per una maggior trasparenza ed informazione al consumatore, sono stati predisposti i “bollini” colorati che identificano le diverse stagionature del Parmigiano Reggiano.

Video: Parmigiano Reggiano – Bollini di stagionatura

Bollino di stagionatura Oltre 24 mesi

Il Bollino Oltre 24 mesi, di colore argento indica una delle quattro stagionature di riferimento per il consumatore di Parmigiano Terre Alte (oltre 12, 30 e 36 mesi). E’ il Parmigiano Reggiano che si presenta presenta solubile, friabile e granuloso con un giusto equilibrio tra dolce e saporito, con note di frutta fresca, frutta secca e brodo di carne. Perfetto con vini di medio corpo e per dare gusto a tutti i piatti della tradizione italiana.
La stagionatura minima del Parmigiano Reggiano è di 12 mesi ma può proseguire per 24 mesi, sino a 48 mesi e oltre. A partire dal 2007, per una maggior trasparenza ed informazione al consumatore, sono stati predisposti tre “bollini” colorati che identificano le diverse stagionature del Parmigiano Reggiano.

Video: Parmigiano Reggiano – Bollini di stagionatura

Bollino di stagionatura Oltre 30 mesi

Il Bollino Oltre 30 mesi, di colore oro indica una delle quattro stagionature di riferimento per il consumatore di Parmigiano Terre Alte (oltre 12, 24 e 36 mesi). E’ il Parmigiano Reggiano dal sapore deciso e complesso, al palato si sentono note di spezie e frutta secca. È asciutto, friabile e granuloso, ancora più ricco di elementi nutritivi rispetto alle stagionature inferiori. Si può gustare con un miele aromatizzato o con qualche goccia di aceto balsamico.
La stagionatura minima del Parmigiano Reggiano è di 12 mesi ma può proseguire per 24 mesi, sino a 48 mesi e oltre. A partire dal 2007, per una maggior trasparenza ed informazione al consumatore, sono stati predisposti i “bollini” colorati che identificano le diverse stagionature del Parmigiano Reggiano.

Video: Parmigiano Reggiano – Bollini di stagionatura

Bollino di stagionatura Oltre 36 mesi

Il Bollino Oltre 36 mesi, di colore bronzo indica una delle quattro stagionature di riferimento per il consumatore di Parmigiano Reggiano (oltre 12, 24 e 30 mesi). E’ il Parmigiano Reggiano più ricco di elementi nutritivi, particolarmente  friabile e  granuloso. Il sapore è deciso con note di spezie, frutta secca e brodo di carne. E’ un ingrediente ideale per le paste ripiene e al forno o per essere gustato a fine pasto in abbinamento a frutta e miele.
La stagionatura minima del Parmigiano Reggiano è di 12 mesi ma può proseguire per 24 mesi, sino a 48 mesi e oltre. A partire dal 2007, per una maggior trasparenza ed informazione al consumatore, sono stati predisposti i “bollini” colorati che identificano le diverse stagionature del Parmigiano Reggiano.

Video: Parmigiano Reggiano – Bollini di stagionatura