Il Territorio

Terre Alte e le Valli dei Cavalieri

Appennino Parmense, Alta Val d’Enza e Val Cedra

Il territorio delle Valli dei Cavalieri si trova nella zona appenninica dei torrenti Enza e Cedra, fra le province di Parma e Reggio Emilia. Di antica origine, probabilmente di epoca matildica, questo territorio era affidato al governo delle più nobili famiglie locali, in cambio di sorveglianza dei confini e di fornitura al comune di Parma di milizie a cavallo, godevano, sulle Valli, di sovranità praticamente illimitata.

Valli dei Cavalieri

Le Valli dei Cavalieri è un’area di antichi borghi medievali fortificati da casetorri, nell’Appennino tosco-emiliano, situata nell’Alta Val d’Enza e nella Val Cedra fra le attuali province di Parma e Reggio Emilia e appartenuta storicamente alle Terre Matildiche dei Canossiani.
Il nome Valli dei Cavalieri è già citato nel 1039, e nei secoli seguenti Il Comune di Palanzano fu sede del Commissariato delle Valli dei Cavalieri.

Palanzano e la Val d’Enza

Palanzano è un comune italiano di circa 1.300 abitanti della Provincia di Parma, situato nell’Appennino parmense ai piedi del Monte Faggeto, nell’alta Val Cedra, tra prati e boschi di castagni.
Il Parmigiano Terre Alte prodotto nel Caseificio Val d’Enza è un Prodotto DOP, Biologico, di Montagna, con uno stretto legame con il territorio montano e le tradizioni culturali, del “saper fare” tipiche della nostra zona.
Il nostro formaggio Parmigiano Reggiano prende il nome Terre Alte dalla definizione delle alture del territorio.

L’Appennino Tosco Emiliano

L’Appennino tosco-emiliano è un tratto dell’Appennino settentrionale “a cavallo” del confine e delle aree vicine di Toscana e Emilia-Romagna. La vetta più alta è il Monte Cimone con l’altezza di 2.165 metri slm.
A nord-ovest, il Passo della Cisa lo separa dall’Appennino ligure.
Per raggiungere le Terre Alte di Palanzano, partendo da Parma si percorre la statale passando per Langhirano, Lagrimone e Ranzano.
Partendo da La Spezia incontrano Aulla, Licciana Nardi, il Passo del Lagastrello e Monchio delle Corti.

La Riserva Mab Unesco

Nel cuore dell’Italia, Mar Ligure e Appennino definiscono un territorio unico, dal mare delle Cinque Terre, salendo in Lunigiana, scavalcando il crinale si scende da un lato verso la Pianura Padana, dall’altro verso la Garfagnana e le Alpi Apuane.
Un territorio di straordinaria varietà, unica dell’intera catena appenninica ad essere caratterizzata dalla cruciale frontiera climatica euro-mediterranea.
L’area della Riserva della Biosfera (MaB) istituita dall’Unesco il 9 giugno 2015, è una parte rilevante dell’Appennino settentrionale e, pur rappresentando una condizione tipica del territorio montano-appenninico, è caratterizzata però da una particolarità unica: l’essere un punto focale della frontiera climatica euro-mediterranea.

www.mabappennino.it

Val Cedra e Val d’Enza

La Val Cedra è un territorio dell’Alto Appennino parmense ricco di boschi e prati erbosi. I centri principali, Monchio delle Corti e Palanzano con le frazioni: Valditacca, Rigoso, Trefiumi, Lugagnano, Isola di Palanzano, Vairo e Selvanizza, sono località turistiche frequentate soprattutto in estate.
Gran parte della Val Cedra è compresa nel Parco regionale delle Valli del Cedra e del Parma, noto anche come “Parco dei Cento Laghi“.
La Val d’Enza prende nome dal fiume che nasce nella provincia di Massa e Carrara e prosegue il suo corso in Emilia-Romagna segnando il confine tra le province di Parma e Reggio Emilia. Il primo tratto Appenninico, per le sue caratteristiche è distinto con la denominazione di Alta Val d’Enza. I comuni che la compongono sono, a partire dal Passo del Lagastrello, Comano in provincia di Massa e Carrara, Ramiseto in provincia di Reggio nell’Emilia, Monchio delle Corti e Palanzano in provincia di Parma.

Marchio a fuoco Consorzio Parmigiano Reggiano
Marchio Biologico
Marchio DOP
Marchio Di Sola Bruna
Marchio Prodotto di Montagna
Stagionato Oltre 12 mesi
Stagionato Oltre 24 mesi
Stagionato Oltre 30 mesi
Stagionato Oltre 36 mesi